FARINA DI FARRO sacchetto da 1Kg – Il Farro Filosini GPS – GPS00064FIL20

3,50

Esaurito

Descrizione

DESCRIZIONE

Il farro si può definire l’antenato del grano. Presente nella tradizione italica dell’Antica Sabina, attualmente l’area delle sorgenti dei fiumi Aterno, Tronto e Velino, ossia i comuni di Montereale, Cittareale, Amatrice, Accumoli, Capitignano, Campotosto.

I nostri antenati coltivavano questo cereale sia per il consumo alimentare che per scopi rituali, le vestali lo arrostivano sul fuoco sacro, l’unione in matrimonio veniva chiamava cumfarreatio, ossia unione con il farro. L’Azienda Filosini, seguita da un entusiasta tecnologo universitario negli anni ’70, si avventurò in un progetto per il recupero di questa coltivazione “residuale” usata solo in questo areale e contribuì alla sua nuova diffusione.

Il farro è un cereale vestito dalla doppia cuticola molto persistente. A causa di questa caratteristica, la sua mondatura richiede attrezzature molto sensibili e un processo articolato. Per evitare la rottura del chicco è necessario seguire in modo accurato diversi passaggi.  I nostri antenati utilizzavano delle “pile”, enormi mortai di pietra arenaria, in cui pestando con un mazzuolo in legno, spogliavano il farro, spesso rompendolo, lo consumavano soprattutto in forma di minestra chiamata “Farrecillu” (zuppa di farro spezzato).

La sua coltivazione richiede terreni leggeri e sciolti, piuttosto aridi, in modo da permettere una maturazione rapida. La raccolta avviene con una mietitrebbia allestita con setacci appositi. La mondatura avviene nel mulino aziendale. Oltre al farro intero, perlato o meno, l’azienda produce cialde, farro spezzato e farina di farro da cui ricava biscotti e vari formati di pasta.

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “FARINA DI FARRO sacchetto da 1Kg – Il Farro Filosini GPS – GPS00064FIL20”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.